Stress, noia e stanchezza in tempo di Covid: come darsi un tono -

Stress, noia e stanchezza in tempo di Covid: come darsi un tono

By: | Tags: , , , , | Commenti: 0 | Febbraio 21st, 2022

Stress, noia e stanchezza in tempo di Covid: come darsi un tono

In una società dove tutto può essere potenzialmente stressante risulta utile riconoscere su di sè i fattori che ci pongono a rischio di sviluppare una patologia stress correlata, osservare se mostriamo già dei sintomi, ma soprattutto sfruttare le nostre risorse per imparare strategie efficaci di gestione dello stesso. Il Covid negli ultimi 2 anni ha trasformato radicalmente le nostre vite ed abitudini, lasciandoci un senso di noia e stanchezza croniche. Come fare allora?

Come trovare le risorse per farcela

Per fronteggiare lo stress appare necessario mostrarsi flessibili e adattarsi continuamente alla situazione che cambia. Solo così potremmo fronteggiare la situazione, mettendo in atto un processo di coping.

To cope, infatti, significa ‘far fronte’, ‘tener testa a’, e comporta una serie di tentativi per fronteggiare gli eventi considerati difficili o comunque superiori alle proprie capacità.

Laddove invece l’intensità, la frequenza e la durata dello stimolo non riescono ad attivare tale processo, si instaura una risposta di stress che non dipende tanto dalle caratteristiche dell’agente stressante (non viene cioè riconosciuta la minaccia e il pericolo esterni) quanto dalla risonanza psicologica soggettiva (mi percepisco senza strumenti di difesa). Tradotto: non importa quanto disturbante sia davvero il pericolo o la minaccia là fuori (ma anche dentro di noi), ma quanto lo sentiamo opprimente e angosciante per noi.

Cosa succede se non lo facciamo?

Lo stress negativo, incontrollato, cronico e intenso, può portare a una riduzione dell’efficienza dei meccanismi di allerta e di difesa, anche a livello endocrino, a una compromissione del sistema immunitario e alla malattia. Di conseguenza dovremmo diventare più consapevoli degli agenti stressanti con cui ci cimentiamo regolarmente e adottare metodi e stili di vita adatti a tenerli sotto controllo.

Riconoscere i fattori di rischio stressanti per cambiarli

Se il Covid-19 e le conseguenze ad esso connesse non dipendono da noi, non risultano controllabili, tali situazioni possono apparirci tanto sottili quanto ambigue. Dobbiamo diventare abili osservatori di noi stessi (potremmo tenere un diario emotivo a riguardo) e capire in quali occasioni risultiamo più vulnerabili, per poi attuare in tali momenti strategie adeguate.

  • Particolari ore del giorno (8:30; 4:59, ecc)

  • Particolari giorni della settimana (lunedì, venerdì, ecc.)

  • Particolari periodi del mese (pagamento delle fatture, ciclo mestruale, ecc.)

  • Particolari momenti dell’anno (temporali d’inverno, compleanni, anniversari)

Cosa fare durante un momento di sconforto

  • Scrivere un elenco delle cose da fare, piuttosto che affidarsi solo alla memoria

  • Organizzare meglio la propria giornata

  • Usare un’agenda

  • Distribuire le priorità tenendo conto del tempo e dell’attenzione che richiedono

  • Riconoscere i propri limiti e comportarsi di conseguenza

  • Dare dei limiti a quello che si vuole ottenere e a quello che gli altri possono chiederci

  • Lasciare del tempo per stare bene da soli, col partner, la famiglia o gli amici

  • Socializzare con i collaboratori e i vicini di casa

  • Trovare gratificazione nelle cose che si fanno sia nel posto di lavoro che a casa

  • Modificare la dieta: cibi più sani, meno caffè, fumo, alcool, droghe

  • Avviare un programma di esercizio fisico

  • Utilizzare tecniche di rilassamento: meditazione, yoga, preghiera

Strategie di gestione dello stress

Se pensi che ti occorra invece imparare in toto a gestire al meglio le situazioni più stressanti lavorando su te stesso, ecco su cosa puoi concentrarti:

  • agire sulla situazione, se modificabile

  • agire sulle coping skills → comportamenti, pensieri ed emozioni

Come migliorare le tue risorse personali per fronteggiare le situazioni stressanti?

  • Esercitati nel problem solving e modificazione dei pensieri disfunzionali

  • Investi sul tuo corpo e le tue emozioni → apprendimento di tecniche per ridurre l’arousal psicofisiologico disfunzionale (es. tecniche di rilassamento)

  • Modifica il tuo comportamento → assertività

Hai bisogno di strumenti materiali per gestire i tuoi particolari eventi stressogeni? Contattami qui.

Invia Messaggio Tramite WhatsApp