Gravidanza e primogenito: gestirne le paure

L’ARRIVO DI UN FRATELLINO: GESTIRE ED AFFRONTARE LE PAURE DEI PRIMOGENITI

By: | Tags: , , | Commenti: 0 | Settembre 20th, 2021

L’ARRIVO DI UN FRATELLINO: GESTIRE ED AFFRONTARE LE PAURE DEI PRIMOGENITI

Spesso i genitori procrastinano o rinunciano alla scelta di avere un secondo bimbo per paura di reazioni negative del primogenito: ricordatevi però che si tratta unicamente di una vostra decisione, riguarda solo voi adulti. Come fare per comunicarglielo e con quali modalità dovrebbe essere il vostro unico pensiero.

Per il primogenito si tratta certamente di una situazione delicata poichè fino a questo momento ha vissuto da figlio unico. Ma che tuo figlio sia contento o meno non è un problema. Non sta a lui dare il consenso a una decisione che non gli spetta.

Assolutamente vietato chiedergli: “Vuoi un fratellino o una sorellina?”, o ancor peggio una volta nato: “sei contento?” Tuo figlio si adatterà a tale cambiamento e finirà per gioire con te.

QUANDO DIRE AL TUO BAMBINO CHE E’ IN ARRIVO UN FRATELLINO?

  • Non troppo presto: il bambino vive nel presente, il lasso di tempo di 9 mesi è troppo lungo. Parlando del fratellino in arrivo, gli farai venire voglia di vederlo subito nella sua culla. Meglio assicurarsi che la gravidanza sia accertata prima di comunicarglielo (ragionevolmente potremmo attendere almeno il 3° mese). ma se, come spesso accade ai bimbi più piccoli, dovesse intuirlo, inutile mentirgli. Digli: “si hai ragione, ma il bambino non è ancora pronto, lo sarà tra un pò, quando…” e dategli dei riferimenti temporali e spaziali (es. Quando cadranno le foglie, faremo l’albero di Natale, ecc), “non te ne abbiamo parlato perchè ci vuole ancora un pò di tempo”;

  • Non troppo tardi: fate parte di quelle coppie che preferisce mantenere il segreto il più a lungo possibile? Liberissimi. A condizione di non aspettare che il tuo stato non inganni più nessuno per annunciarlo a tuo figlio, e di essere veramente discreta al riguardo quando sei insieme a suo padre davanti a lui. Tuo figlio ti sorprende mentre ne parli al telefono? Non fare come se niente fosse. Si sentirebbe in colpa per aver ascoltato una notizia di cui non doveva essere al corrente. Approfitta dell’occasione per annunciargli l’arrivo di un fratellino o di una sorellina.

CON QUALI SEMPLICE PAROLE DIRE AL TUO BAMBINO CHE NON SARA’ PIU’ FIGLIO UNICO?

  • Semplicemente: io e papà abbiamo fatto un bambino, aspettiamo un bambino, tra qualche tempo avrai un fratellino o una sorellina, dopo il tuo compleanno, le vacanze di Natale, ecc, ci vorrà del tempo;

  • Evita di portarlo con te durante un’ecografia: si tratta di una questione medica e da adulti. E il bambino non c’entra nulla. Farlo assistere ad un’ecografia significa imporgli un’immagine e impedirgli di sognare. Infine senza drammatizzare, occorre essere realisti: l’esito di alcune ecografie non è sempre positivo. Ci si pente spesso di aver portato il bambino ad assistervi.

POSSIBILI REAZIONI DEL PRIMOGENITO DURANTE LA GRAVIDANZA

– Se ti senti spossata, non dirgli “sono stanca, devi fare il bravo”, è troppo colpevolizzante per lui. Più glielo ripeterai, più tuo figlio avrà voglia di vederti in forma e ti solleciterà. Digli piuttosto:”ho bisogno di dormire e riposare, non è colpa tua. Invitalo a passare del tempo con suo padre”;

– E’ aggressivo, fa delle osservazioni (“questo bambino lo butto nella pattumiera”) o tenta di colpirti la pancia? Non sentirti in colpa, è normale. Non sei una cattiva madre, non hai niente da rimproverarti se hai osato “fargli questo”. al contarrio, devi capire che tuo figlio non è cattivo se manifesta brutalmente la sua opposizione. Esprime la sua gelosia. Percepisce che il bambino in arrivo accaparrerà l’attenzione tua e di suo padre. È una gelosia legittima. Piuttosto, è un buon segno che tuo figlio la esprima;

– Reagisci con tranquillità e fermezza: “ascolta, capisco le tue preoccupazioni. Ma il bambino che sta per nascere è mio e di tuo padre. Non sei obbligato ad amarlo. Sarai tu a scegliere, quando arriverà, se volergli bene e giocare con lui”. In tal modo lasci tuo figlio libero. Non lo forzi ad esprimere un amore per il nuovo arrivato che lui non ha deciso di avere. Se questa idea ti inquieta, pensa che solo lasciando esprimere a tuo figlio i suoi sentimenti, senza imporre i tuoi desideri, vedrai crescere il suo affetto. Meno lo farai sentire in colpa per il fatto di provare sentimenti di ripulsa nei confronti del fratellino, più gli permetterai di volergli bene. Devi accettare tutte le reazioni di tuo figlio: quelle positive, ma anche quelle negative!

Se pensi di aver bisogno di contattarmi per un confronto, scrivimi qui.

Invia Messaggio Tramite WhatsApp